Mar 10

LA METAMORFOSI DI PIETRO….MEDITAZIONE S.LLA NAOMI

 LA METAMORFOSI DI PIETRO….

Possiamo vedere che da subito che Pietro è il primo che riconosce in nostro Signore Cristo Gesù il Messia
Ma nonostante questo, avvenuto probabilmente all’inizio della sua chiamata, cade molte volte

 VANGELO DI S. MATTEO 16:15 – 18  Ed egli disse loro: E voi, chi dite che io sono? E Simon Pietro, rispondendo, disse: Tu sei il Cristo, il Figliuol dell’Iddio vivente . E Gesù, rispondendo, gli disse: Tu sei beato, o Simone, figliuol di Giona, poichè la carne ed il sangue non t’hanno rivelato questo , ma il Padre mio che è ne’ cieli. Ed io altresì ti dico, che tu sei Pietro , e sopra questa pietra io edificherò la mia chiesa , e le porte dell’inferno non la portranno vincere  .

L’ Io di Pietro, molto grande…. Pensa subito che gli altri potranno scandalizzarsi ma lui no… Invece come ben sappiamo fu proprio Pietro a rinnegarlo, VANGELO DI S. MATTEO 26:33 – 35  Ma Pietro, rispondendo, gli disse: Avvegnachè tutti sieno scandalezzati in te, io non sarò giammai scandalezzato. Gesù gli disse: Io ti dico in verità, che questa stessa notte, innanzi che il gallo canti, tu mi rinnegherai tre volte . Pietro gli disse: Benchè mi convenisse morir teco, non però ti rinnegherò . Il simigliante dissero eziandio tutti i discepoli. Ancora Pietro che tira fuori la spada… Combatte con IL suo IO… Pensa di poter lui difendere Gesù.
Con la sua spada…ancora non ha capito come bisogna combattere  VANGELO DI S. MATTEO 26:51 
Ed ecco, un di coloro ch’ erano con Gesù, distesa la mano, trasse fuori la spada , e percosse il servitore del sommo sacerdote, e gli spiccò l’orecchio.  

Pietro segue Gesù da lontano… Tanto è vero che ai piedi della croce troviamo solo Giovanni e le tre Maria…  Per seguire Gesù… Dobbiamo stare vicino al maestro… Non possiamo seguirlo da lontano VANGELO DI S. MATTEO 26:58 E Pietro lo seguitava da lungi infino alla corte del sommo sacerdote; ed entrato dentro, si pose a seder co’ sergenti, per veder la fine.  

Pietro lo rinnega…. Giura di non averlo mai conosciuto… Poco prima tira fuori la spada per difenderlo e subito dopo lo rinnega… Ha paura di dire di essere un suo discepolo… Di riconoscerlo davanti a tutti. VANGELO DI S. MATTEO 26:71 – 75 E, come egli fu uscito fuori all’antiporto, un’altra lo vide, e disse a coloro ch’ erano quivi: Anche costui era con Gesù il Nazareo. Ma egli di nuovo lo negò con giuramento, dicendo: Io non conosco quell’uomo. E poco appresso, quelli ch’erano presenti, accostatisi, dissero a Pietro: Di vero anche tu sei di quelli; perciocchè la tua favella ti fa manifesto. Allora egli cominciò a maledirsi, ed a giurare, dicendo: Io non conosco quell’uomo. E in quello stante il gallo cantò. Allora Pietro si ricordò della parola di Gesù, il quale gli avea detto: Innanzi che il gallo canti, tu mi rinnegherai tre volte . Ed egli uscì, e pianse amaramente.

Per essere discepoli, dobbiamo seguire il Buon Pastore…. Non da lontano…. Il nostro cammino deve essere fianco a fianco con il nostro Signore .

 GIOVANNI 21:15 Dopo che ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: «Simone di Giona, mi ami tu più di costoro?». Gli rispose: «Certo Signore, tu lo sai che io ti amo». Gesù gli disse: «Pasci i miei agnelli». 16 Gli chiese di nuovo una seconda volta: «Simone di Giona, mi ami tu?». Gli rispose: «Certo Signore, tu lo sai che io ti amo». Gesù gli disse: «Abbi cura delle mie pecore». 17 Gli chiese per la terza volta: «Simone di Giona, mi ami tu?». Pietro si rattristò che per la terza volta gli avesse chiesto: «Mi ami tu?», e gli rispose: «Signore, tu sai ogni cosa, tu sai che io ti amo». Gesù gli disse: «Pasci le mie pecore. 18 In verità, in verità ti dico che, quando eri giovane, ti cingevi da te e andavi dove volevi; ma quando sarai vecchio, stenderai le tue mani e un altro ti cingerà e ti condurrà là dove tu non vorresti». 19 Or disse questo per indicare con quale morte egli avrebbe glorificato Dio. E detto questo, gli disse: «Seguimi». Ecco la differenza…. Qui possiamo vedere l’inizio di un cambiamento… Pietro si alza in piedi davanti a tutti… Lo aveva rinnegato… Ma davanti a tutti proclama la sua appartenenza… non si vergogna…non ha paura delle conseguenze…

FATTI DEGLI APOSTOLI 2:14 – 15 MA Pietro, levatosi in piè, con gli undici, alzò la sua voce, e ragionò loro, dicendo: Uomini Giudei, e voi tutti che abitate in Gerusalemme, siavi noto questo, e ricevete le mie parole ne’ vostri orecchi. Perciocchè costoro non son ebbri, come voi stimate, poichè non sono più che le tre ore del giorno . Pietro sta per essere messo in catene..ma  ormai è avvenuto il cambiamento… Non  lo impauriscono nemmeno le minacce…. Preferisce UBBIDIRE A DIO E NON AGLI UOMINI E ALLE LORO LEGGI VEDIAMO UN PIETRO RIPIENO DI SPIRITO SANTO E LA SUA METAMORFOSI.

FATTI DEGLI APOSTOLI 4:8 – 10 , 13 , 19 – 20 Allora Pietro, ripieno dello Spirito Santo , disse loro: Rettori del popolo, ed anziani d’Israele; poichè oggi noi siamo esaminati intorno ad un beneficio fatto ad un uomo infermo, per saper come egli è stato sanato; sia noto a tutti voi, ed a tutto il popolo d’Israele, che ciò è stato fatto nel nome di Gesù Cristo il Nazareo , che voi avete crocifisso, e il quale Iddio ha suscitato da’ morti ; in virtù d ‘esso comparisce quest’uomo in piena sanità in presenza vostra. Or essi, veduta la franchezza di Pietro e di Giovanni; ed avendo inteso ch’erano uomini senza lettere, e idioti , si maravigliavano, e riconoscevan bene che erano stati con Gesù. Ma Pietro, e Giovanni, rispondendo, dissero loro: Giudicate voi, s’egli è giusto nel cospetto di Dio, di ubbidire a voi, anzi che a Dio. Poichè, quant’è a noi, non possiam non parlare le cose che abbiam vedute, ed udite . 

FATTI DEGLI APOSTOLI 12:3 – 4 , 6 – 7 E veggendo che ciò era grato a’ Giudei , aggiunse di pigliare ancora Pietro (or erano i giorni degli azzimi ). E presolo, lo mise in prigione , dandolo a guardare a quattro mute di soldati di quattro l’una; volendone, dopo la Pasqua, dare uno spettacolo al popolo. Or la notte avanti che Erode ne facesse un pubblico spettacolo, Pietro dormiva in mezzo di due soldati, legato di due catene; e le guardie davanti alla porta guardavano la prigione. Ed ecco, un angelo del Signore sopraggiunse , ed una luce risplendè nella casa; e l’angelo , percosso il fianco a Pietro, lo svegliò, dicendo: Levati prestamente. E le catene gli caddero dalle mani. 

Non è più il Pietro che tira fuori la sua spada… Qui è la Mano potente del Signore a liberarlo e a difenderlo… Il Signore ha aperto la porta della sua prigione, sia mentale che fisica…. lui ha riconosciuto che aveva sbagliato… E alla domanda del Signore : mi ami tu? Risponde :tu conosci ogni cosa….
Che il nostro Signore Cristo Gesù ci possa modellare… Ma anche noi dobbiamo fare la nostra parte…. Abbassare il nostro io… non combattere più con le nostre forze, con le nostre spade, ma con l’armatura dello Spirito Santo.

Permalink link a questo articolo: http://www.sanadottrina.it/wps/la-metamorfosi-di-pietro-meditazione-s-lla-naomi/

Lascia un commento